03/06/16

5 libri di cui mi piacerebbe facessero un film - 5 Cose Che... #3



 


È venerdì, e questo significa che sono di ritorno con questa rubrica indetta da TwinsBooksLovers... 5 Cose che! Devo dire che le scorse settimane sono state divertenti, ogni tanto è bello far parte di qualcosa. Mi è piaciuto leggere le opinioni altrui sugli stessi argomenti, mi è piaciuto ricevere commenti - cosa che per i miei post normali non accade praticamente mai perché alla fine dei conti non mi si caga nessuno, quindi forse sarebbe il caso che chiudessi. Ma cominciamo col mio elenco di questa settimana, va!



#1: Wintergirls - Laurie Halse Anderson




Questa non è la prima volta che menziono "Wintergirls", in questo blog, e probabilmente non sarà neanche l'ultima. Che ci posso fare? È uno dei libri che amo di più in assoluto, nonostante sia uno YA. Amo lo stile della scrittrice, amo l'accuratezza con cui certi argomenti sono stati trattati, amo i personaggi, amo tutto. Un film ben fatto su questo libro, magari indipendente, sarebbe un sogno. Peccato che la Anderson mi abbia confermato su Twitter che non è nei suoi piani, e le sue motivazioni non sono neanche del tutto balzane. Spero solamente che un giorno cambi idea.






#2: Skippy Muore - Paul Murray




Una specie di romanzo di formazione di 800 pagine. "Skippy Muore" mi ha conquistata fin dall'inizio. Partiamo con la premessa che Skippy, il protagonista, alla fine muore. Poi, prima della sua morte, abbiamo tutto il tempo di affezionarci a lui e piangerlo in anticipo, perché il sadismo è una bella cosa e andrebbe sempre coltivato. Ho letto da qualche parte che un film è previsto, ma sono anni che se ne parla e ancora non è uscito fuori neanche un cast, quindi non sono molto fiduciosa. Vorrei solo non scordarmi tutto ciò che ho letto prima di vederlo, ecco. Non mi sembra una richiesta troppo folle.







#3: Cercando Alaska - John Green




Io non capisco quale sia il problema di quest'uomo. Ha fatto un film sia per "Colpa delle Stelle" che per "Città di carta", che sono sì libri carini, ma alla fine hanno un che di dimenticabile - specialmente il secondo. "Cercando Alaska", invece, è di gran lunga il migliore che abbia scritto - di quelli che ho letto, ovvio. Va oltre le barriere del genere Young Adult, secondo me, e parla di argomenti che mi stanno a cuore con una consapevolezza e una poesia che un po' mi hanno distrutta. Un film su questo libro sarebbe un sogno. L'importante è che non mi prendano una tipa alla Kaya Scodelario per interpretare Alaska, che sennò schizzo di testa.





 

#4: Strega, Cronache dal Regno di Oz in Rivolta - Gregory Maguire




LO AMMETTO. NON HO LETTO QUESTO LIBRO. Però ho visto il musical a Londra un paio di anni fa e me ne sono semplicemente innamorata. Le canzoni, la storia, i PLOT TWIST maledetti. I film musical esistono e sono una figata, quindi perché non buttarsi anche su questo enorme successo? Almeno potrei finalmente farlo vedere a tutte le mie amiche sceme che non conoscono l'inglese! Forse sto un po' barando, volendo un film tratto dal musical piuttosto che dal libro, però alla fine il musical è stato tratto dal libro, no? È una specie di gioco del telefono.








#5: Il bizzarro museo degli orrori - Dan Rhodes



Io comunque sono un'imbecille, perché ancora di Dan Rhodes non ho letto nient'altro. Però questo libro l'ho amato. Davvero. Ci vedrei un bel Tim Burton vecchio stile, a dirigerlo. La storia si svolge attorno a un museo dei suicidi, in cui un giorno spero tantissimo di finire.

"Hulda notò che, come tutti gli scheletri, sembrava felice. Dentro ciascuno di noi, rifetté, ci sono ossa che sorridono."

Questa è solo una delle tante piccole perle contenute in questo romanzo inquietante, sì, ma in quel modo ironico e fuoriluogo che mi piace tanto. Lo consiglio veramente a tutti. TUTTI. Andatevelo a comprare TUTTI. Sennò vi sego.





Firmato: la vostra minacciosa HateQueen di quartiere.

25 commenti:

  1. "Skippy muore" e "Il bizzarro museo degli orrori" mi tentano tutti e due. Ma prima, devo proprio recuperare i libri di Anderson.
    Mio Dio, ma perché un giorno ha solo 24 ore?

    P.S. Non provarci neanche a chiudere il blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il bizzarro museo degli orrori" lo finisci subito, che è piccolino. Per quanto riguarda "Skippy muore"... sì, probabilmente avrai bisogno di un po' di tempo.
      Allora io il blog lo tengo aperto, eh... ma se mi fanno storie la responsabilità è tua!
      Ahahaha, ovviamente scherzo. Grazie per il commento gentile :3

      Elimina
  2. Non ho letto nessuno di questi libri ma...ne ho scoperti di nuovi! E' questo l'importante no?! :D Il bizzarro museo degli orrori mi ricorda "La bottega dei suicidi" un film d'animazione che voglio anzi devo recuperare! (Me ne frego delle recensioni negative!!)
    Penso di essere l'unica sulla faccia della terra a non aver letto nulla di John Green, l'unico che ho è appunto "Cercando Alaska" in un'edizione del 2009!!...prima o poi mi deciderò! :D

    P.s. Non chiudere!! Gli ipocriti, perché per me così sono, dicono che il numero dei commenti, dei follower e delle visite non contano che "bisogna scrivere per noi", ma io dico...allora tanto vale aprire un diario segreto o un blog privato, no?! Se abbiamo aperto un blog pubblico cerchiamo anche qualche riscontro da chi ci legge, quindi ti capisco! Dall'altro lato per avere più commenti, più seguaci e più visite dovremmo omologarci e quindi cercare quello che gli "altri" vorrebbero. Quindi, secondo me, bisogna trovare un compromesso. Per la mia piccola esperienza posso dirti che anche io mi sono sentita così all'inizio, non che io adesso gestisca un blog famoso come quello di Beppe Grillo, la strada è ancora tutta in salita (per arrivare dove poi, non lo so xD). Dovremmo con un orecchio ascoltarci e con l'altro ascoltare il resto. "5 cose che" è nata dopo un anno che abbiamo aperto il blog e forse è il nostro "compromesso", magari dalla settimana prossima nessuno posta più niente e, come direbbe mia nonna "ciao core!", siamo al punto di partenza! Il mio consiglio è quindi quello di continuare, a meno che non ci siano dietro motivazioni personali o di impegni, certo! Il tuo blog è originale e non lo dico tanto per dire ma perché si legge che dietro ad ogni post c'è la HateQueen e noi la vogliamo veramente minacciosa!! (Scusa per il poema!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu così mi fai commuovere! c':
      Grazie mille per l'incoraggiamento, sei stata davvero dolcissima!
      John Green te lo consiglio tanto. Io di solito non vado mattissima per gli Young Adult, ma lui è un po' più particolare degli altri scrittori in questo genere. Ho notato che di solito mancano di stile personale, mentre lui ha uno stile tutto suo, ed è molto... riconoscibile? Mi piace come tratta argomenti pesanti con l'ironia e la voce di un adolescente, e "Cercando Alaska" è proprio bello, sono contenta che tu abbia proprio quello!

      Elimina
  3. Ciao!
    "Wintergirl" letto e condivido ogni tua parola, lo stesso vale per "Cercando Alaska", anche se ti confesso che ho amato anche "Colpa delle stelle". Per quanto riguarda "Il Bizzarro Museo degli orrori" non lo conoscevo ma rimedierò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va che "Colpa delle stelle" è piaciuto tanto anche a me, ho anche pianto! Posso anche capire perché il suo primo film sia stato tratto da quello, è la classica storia d'amore drammatica alla Nicholas Sparks che vende. Oltretutto in quel libro in particolare ha uno stile ironico che mi piace da morire. Però secondo me "Cercando Alaska" è OLTRE.

      Elimina
  4. Ciao! Non ho letto nessuno dei titoli che hai citato, ma ammetto di essere molto incuriosita da "Il bizzarro museo degli orrori" e da "Cercando Alaska", di cui ho sentito pareri discordanti.

    Non buttarti giù per i commenti che non arrivano o che arrivano solo per questo genere di post. Credo che siamo in molte sulla stessa barca. Se ti può consolare, tieni anche conto che ci sono molte persone che leggono i post ma, una volta arrivati alla fine, magari non hanno nulla da dire e non commentano. Fidati, lo so per esperienza. Ciò non significa che non ti seguano o che non ti legga nessuno.
    Tieni duro e non mollare. Anche il mio blog non se lo fila nessuno, per quanto riguarda i commenti, quindi ti capisco, ma non dobbiamo desistere! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai sentito pareri discordanti su "Il bizzarro museo degli orrori" o "Cercando Alaska"? In ogni caso, se li leggerai spero ti piacciano!
      Grazie mille per l'incoraggiamento, non mi aspettavo che vi metteste tutte a supportarmi, siete carine :3

      Elimina
    2. Ho sentito pareri discordanti su "Cercando Alaska". Magari prima o poi gli darò una possibilità. ;)

      Elimina
  5. Cara HateQueen, non mollare! Se scrivere post e sproloqui vari ti fa sentire bene non smettere, i commenti arriveranno, anche a me capita ancora, dopo un bel po' di anni su blogger di avere dei post con un solo commento, non fa piacere, certo, ma la sola idea di poter partecipare a iniziative come questa mi rende felice e il blog acquista subito un senso!! A me il tuo stile poi piace un sacco!! *.*

    Passiamo ai libri/film : "Il bizarro museo degli orrori" ce l'ho in ebook ma ancora non l'ho letto, prometto di recuperarlo presto! "Wintergirls" e "Cercando Alaska" li ho letti e amati anche io, quali motivazioni ti ha dato la Anderson per il rifiuto di farne un film?

    Mi segno subito anche Skippy muore, sembra molto particolare!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Skippy muore" è una piccola - enorme, in realtà - meraviglia. Sono contenta che te lo segni!
      La Anderson ha detto che teme che il film diventi una cagata hollywoodiana e un film "thinspiration" - non so se sei familiare col termine, ma in pratica quello che intendeva è che teme che farebbe venire voglia alle persone malate di dca di rimanere nel dca e che potrebbe rendere i dca una cosa "glamour"... non so se mi sono spiegata bene.

      Elimina
    2. Si si ho capito, teme che rientri in quel filone pro-ana che è invece proprio quello che lei non vorrebbe...effettivamente le sue ragioni sono buone, speriamo che riesca a trovare un regista di fiducia con cui lavorare come desidera! *.*

      Elimina
  6. Mi segno "Cercando Alaska" (non ho ancora letto nulla di Green, ma mi fido di te ;)) e "Wintergilrs" che avevo già visto... forse proprio sul tuo blog! XD
    Per il resto, non ti crucciare per i commenti: anch'io ne ricevo a valanghe per questi post e meno (se non zero) per altri! Poi il tuo stile è particolare e mancava proprio nella blogosfera; ci sono un sacco di book blog tutti uguali! :O
    Vedo che poi non sono l'unica a cui piace il tuo blog, quindi, continua per noi! Poi col tempo vedrai, ne arriveranno altri di sostenitori ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, credo che "Wintergirls" l'avessi visto proprio qui, credo sul primo booktag che avevo fatto - mi ricordo che qualcuno aveva detto "non so di che parla ma la copertina è figa quindi mi ispira" ahahaha.
      Grazie mille anche a te per l'incoraggiamento! C: <3

      Elimina
  7. Non ho letto questi libri e a parte quello di Green neanche li conosco! Questa volta con questa rubrica ho scoperto tanti nuovi libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io scopro sempre nuovi libri, tramite questa rubrica! Leggete tutte cose che io non ho mai neanche sentito nominare! XD

      Elimina
  8. ciao
    non ho letto questi libri, interessante se fanno il film da Cercando Alaska - John Green. Qua il mio post: http://haylin-robbyroby.blogspot.it/2016/06/5-cose-che06-5-libri-di-cui-mi.html

    RispondiElimina
  9. Uhm non credo di conoscere nessuno dei libri citati, però lo scopo di questa simpatica rubrica infondo dovrebbe essere questa.

    Anch'io all'inizio non ricevo mai commenti, ma col tempo sono arrivati, quindi in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti fatto leggere qualche titolo nuovo!

      Elimina
  10. In realtà mi pare che un film tratto da Wicked sia attualmente in produzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuh, è vero! Però finché non vedo un cast non mi fido delle loro parole :S Anche qui sono anni che ne parlano e ancora non si è mosso nulla!

      Elimina
  11. Ciao! Non ho letto nessuno di questi libri ma anche io ho visto il musical di Wicked e pagherei oro per rivederlo in film! Mi ispira molto Skippy Muore, sembra interessante! Poi non so, mi ricorda un po' "la morte di Ivan Il'ic" di Tolstoj, dato che anche quello inizia con un bel "lui è il personaggio principale e ora morirà"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Skippy Muore" è stupendo, mammamia. Non me lo dimenticherò mai. Il libro di Tolstoj non lo conosco invece! "Wicked" dove l'hai visto? Sempre a Londra?

      Elimina
  12. Io ogni volta che ricevo più di un commento faccio festa...per dire quanto sia rara la cosa :D

    I libri che hai scelto mi incuriosiscono praticamente tutti: Cercando Alaska e Strega li ho adocchiati già da tempo, mentre mi segnerò Il bizzarro museo degli orrori e Skippy muore.

    RispondiElimina