20/08/16

5 film della Disney che mi piacciono di più - 5 Cose Che #10




Ooooook. Sono arrivata al mio decimo "5 Cose Che". Mi spetta un premio, vero?
(Mi spetta uno schiaffo perché non sto pubblicando la quantità di recensioni che vorrei).
Oggi si parla della Disney, cosa di cui non mi fregava un emerito cazzo fino a qualcosa come due anni fa. Poi ho scoperto il potere dei


MUSICAL

E quindi niente, adesso adoro. Difatti in questa lista troverete quasi solo musical. 
Come sempre vi ricordo che "5 Cose Che" è un'iniziativa avviata dalle ragazze del fantasmagorico blog TwinsBooksLovers, e che se non ci fate un salto non siete altro che croissant alla Nutella con troppa poca Nutella. Che sono il male primario del nostro mondo, a mio avviso. 


#1: Il Re Leone

Io i film della Disney li valuto così: se mi fanno piangere vuol dire che sono belli. E questo mi fa piangere dalla prima scena fino all'ultima, non sto scherzando proprio per niente. Giusto nell'intermezzo con Timon e Pumba mi calmo, ma tutto il resto del tempo è una lacrima. E poi qui ci sta Scar, che è il mio cattivo della Disney preferito in assoluto, quindi insomma. Quell'animale mi scatena sentimenti che proprio non dovrei provare. 


Spoiler:


#2: Big Hero 6

Come dicevo prima, se mi fa piangere è bello. E cazzo se Big Hero 6 mi ha fatta piangere. Non sto a raccontarvi il motivo, perché magari qualcuno di voi non l'ha ancora visto - MALE - ma è un motivo davvero tristissimo, giuro. 
E poi c'è questo fatto che le emozioni vengono finalmente trattate con rispetto. C'è questo fatto che alle emozioni viene finalmente data importanza, e vengono curate da Baymax - il robottone ciccione - come se fossero delle vere e proprie malattie. Credo che un coso del genere farebbe miracoli nel campo della psichiatria, e non sto scherzando. Vai Baymax, insegnagli come si fa. E voi guardate questo film.



#3: Il Libro della Giungla 

Poche canzoni, ma efficaci. Sono da sempre innamorata della canzone di Re Luigi, specialmente nella sua versione in lingua originale. E poi questo cartone da piccola mi faceva sognare, mi sentivo così vicina al piccolo protagonista che non potete immaginare. Ho apprezzato tantissimo la live action uscita di recente, tanto che al cinema sono stata per tutto il tempo con la bocca spalancata e gli occhi gonfi. È colpa di questo cartone se sono innamorata dei gatti neri - il mio micio è un gattone nero con gli occhi gialli, proprio come Bageera.




#4: Tarzan 

Anche qui lacrime, lacrime, LACRIME CHE ESCONO DALLE PARETI. La colonna sonora di Phil Collins è fantastica, i disegni sono magistrali e poi beh, dopo Mowgli non potevo che adorare questo orfanello cresciuto dai gorilla. E poi Jane, ragazzi... una delle donne della Disney migliori in assoluto, non c'è dubbio. Anche se non è una principessa - forse soprattutto per quello.



#5: Aladdin

Questo film l'ho riscoperto da pochissimo, visto che come vi dicevo da piccola non ero una fanatica della Disney. E niente, Jasmine è di gran lunga la mia principessa preferita, con la sua tigre-animale-domestico. Oltretutto sono innamoratissima di Aladdin, tanto che uno dei protagonisti del mio fantasy è veramente tanto, ma tanto ispirato a lui... e neanche me n'ero accorta, finché una mia amica non me l'ha fatto notare. 
Chi non vorrebbe un tappeto volante? Io so che lo voglio. Ma tipo ora, uscitelo immediatamente. 



Menzioni speciali:

La Sirenetta: quando l'ho rivisto non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto, e invece l'ho amato. Le canzoni sono tutte spettacolari, da "Under The Sea" a "Poor Unfortunate Souls" a "Kiss The Girl" a "Part of your World" - infatti le ho tutte nell'mp3. Oltretutto ne parlano tutti male perché dicono che trasmette un messaggio negativo - se la donna non parla è meglio - quando è tutto il contrario! Cristo, Eric non riconosce che Ariel è la donna di cui è innamorato finché non riprende la parola! Più ovvio di così si muore.

La Bella e la Bestia: la cosa più bella di questo film è sicuramente il personaggio della Bestia, così complicato rispetto ai normali protagonisti Disney, così sofferente. Anche qui ci sono state un sacco di incomprensioni del pubblico - tutti a blaterare di questa cazzo di Sindrome di Stoccolma - quando in realtà il motivo per cui Belle si innamora di lui è perché lui è l'unico, dopo suo padre, ad averla apprezzata davvero per tutta la sua interezza e non solo per la sua bellezza innata. Certo che la gente è stupida, eh.

Il Gobbo di Notre-Dame: ve lo dirò, la versione di Hugo mi attrae di più per le sue fantastiche connotazioni dark e le morti drammaticissime, ma anche questo riadattamento è molto carino. Il dramma rimane. E poi la canzone di Frollo è una delle canzoni Disney migliori che siano mai state scritte, a mio parere. 

Rapunzel: tutti amano "Frozen", ma io "Rapunzel" lo preferisco di gran lunga. Lei e Flynn sono semplicemente fantastici - sono innamorata anche di lui - e tutta la storia è un'avventura leggera e divertente che mi fa piacere rivedere ogni tanto. Le canzoni però non mi hanno detto nulla - quelle poche che ci sono - ma non fa niente. Vorrà dire che nel mio mp3 ci sarà un po' di spazio in più. 



Firmato: la vostra pragmatica HateQueen di quartiere. 


P.S. Mi sono completamente dimenticata di Mulan, Lilo & Stitch e Le Follie dell'Imperatore, ma ormai non c'ho voglia di aggiungerli quindi sticazzi. Sappiate che li amo alla follia e questo vi basti.

12/08/16

5 coppie dei libri che mi piacciono di più - 5 Cose Che #9





È di nuovo venerdì, perciò ci risiamo: tocca pubblicare una lista di cinque cose. Oddio, in realtà è un po' che non partecipo alla rubrica - vuoi perché non riuscivo a trovare cose inerenti all'argomento proposto, vuoi perché non avevo accesso al PC - ma oggi dovevo per forza, visto che ho spinto TANTISSIMO per questo titolo e finalmente mi è stato concesso. Da romanticona (EH) quale sono, volevo scrivere una lista delle cinque coppie dei libri che mi piacciono di più. Anche delle serie tv, eh, ma ci arriveremo... spero. 
Come sempre vi invito a visitare il blog TwinsBooksLovers, le cui amministratrici hanno indetto l'iniziativa, e se volete anche a partecipare, che è divertente, su. Le informazioni le trovate tutte sul sovracitato blog. 
Ma non cincischiamo.



#1: Ron Weasley & Hermione Granger, della saga di Harry Potter





Parto con una coppia base base, di quelle che è difficile non amare. Estremamente diversi, eppure di una tenerezza assoluta, nei loro modi impacciati - basti pensare che si sono decisi a darsi un bacetto dopo ben SETTE ANNI che si conoscevano, e che cazzo. 
Una menzione speciale nella saga di Harry Potter va anche a Lily e Piton, infatti ero molto indecisa, ma alla fine li ho scartati perché non sono mai stati una vera coppia. Adoro l'amore di Piton nei confronti di Lily e la loro storia è la cosa ch più m'intristisce e mi emoziona di tutta la saga, ma ahimé la rossa aveva una preferenza per i salumi.





#2: Eveline Kingston & Jason Valentine, di "Eve: The Awakening"



Purtroppo qui niente gif perché questo libro non lo conosce nessuno e non esiste un film. Però avete presente uno dei problemi più grossi degli Young Adult? Sapete, no... il fatto che la coppia principale è di solito la più PALLOSA della storia. Prendete Edward e Bella - vomito. Prendete Jace e Clary - già meglio, ma vomito uguale. Assisti ai loro exploit e te ne freghi altamente, pregando per l'avvento di un qualche personaggio secondario mille volte più interessante di loro. QUI NON SUCCEDE. LA PROTAGONISTA È UNA FIGA E IL SUO RAGAZZO UGUALE, E ASPETTI IL LORO BACIO COME ASPETTI LA PIOGGIA NEL DESERTO.
Bellissimi, adorabili, divertenti, sarcastici. Romantici per davvero, mica le solite cazzate. Una coppia che meritava per forza una menzione di qualche tipo, da qualche parte. 






#3: Alec Lightwood & Magnus Bane, di "Shadowhunters"



Come dicevo prima... di Jace e Clary a me non frega un cazzo. Alec e Magnus a vita. Ma in realtà tutti i personaggi di Shadowhunters sono mille volte più interessanti dei due protagonisti, eh. 
La storia di questi due è reale, fa star male. La loro differenza di età è tangibile, leggi e capisci la sofferenza di Alec nel rendersi conto che l'uomo di cui è innamorato ha vissuto tutta una vita, prima di incontrare lui, e continuerà a farlo dopo la sua morte. Il tema dell'immortalità diventa pesante, e non avendo letto ancora l'ultimo libro non so se e come verrà risolto, ma spero veramente di sì perché questi due meritano davvero di essere felici insieme. Mi si è stretto un po' il cuore solo scrivendo 'sta cosa.

#4: Renton & Diane, di "Trainspotting" e "Porno"



Sono sempre stata innamorata di questa coppia. Lei è cattivissima, lui è un eterno romantico perennemente castrato. Adoro come lui si innamora di lei pochi secondi dopo averla incontrata, per un gesto che lei compie che gli dà un'idea di com'è fatta - quando il tipo le offre da bere e lei beve entrambi i bicchieri che aveva in mano. E poi leggendo "Porno" ho avuto un tuffo al cuore, quando si sono rincontrati dieci anni dopo e per lui non era cambiato niente, i sentimenti che provava erano sempre quelli. Devo dire che mi ricordo più cose del film che dei libri, visto che i libri li ho letti una volta sola e il film lo so a memoria, però li amo, questo lo so.

#5: Marla Singer & Tyler Durden, di "Fight Club"


Saranno pure disfunzionali, uno più matto dell'altra e tutto il resto... però non c'è niente da fare, trovo che insieme siano perfetti. Si sono fatti del male a vicenda, ok - magari più che altro è stato lui a fare del male a lei - ma quell'odio... l'odio che provano l'uno nei confronti dell'altra io lo leggo più come un amore morboso. Un amore da sesso spinto, per intenderci. Che quasi si ammazzano a vicenda, 'sti due, secondo me. E quindi mi ispirano da morire. 



DAI RAGAZZE, FACCIAMO ANCHE LE COPPIE DELLE SERIE TV CHE Lì CE N'HO TANTISSIME E FACCIO IL FUOCO!!! 



Firmato: la vostra shipper HateQueen di quartiere.

10/08/16

Io AMO le SERIE TV #1: Sense8 (NO SPOILERS)

C'è una cosa che forse, di me, non sapete. Ovvero che sono una malata di serie tv. Ma sul serio. Devo tenere un calendario online, per tenere a mente tutti gli episodi che devo vedere - il mio profilo è questo, se mai vi venisse voglia di cercarmi.
Ho deciso quindi di indire una nuova "rubrica" su questo blog nella quale parlerò proprio di loro, di quegli infiniti demoni a puntate che hanno istigato la metà dei pianti che mi sono fatta in tutta la mia vita. 
Io AMO le SERIE TV.
Ovvio che non le amo tutte - per esempio odio "Penny Dreadful" con tutto il mio cuore - ma ne amo fin troppe. Quest'oggi vorrei parlarvi di una delle ultime due che ho visto, ovvero "Sense8", mentre la prossima volta mi butterò su "Stranger Things" - volevo metterle nello stesso post, ma poi ho deciso che veniva troppo lungo e non mi andava.Quindi beccatevi questa e poi ci risentiamo.




Non lo so, forse tre o quattro di voi ricorderanno il mio post riguardante il whitewashing - se non è così eccovelo qua, maledetti. Insomma, una volta letto dovreste avere ben chiaro perché questa serie tv mi abbia resa fin da subito così felice. Il cast è di una varietà sconcertante, rispetto a quelli a cui ero abituata, e non solo gli attori provengono da diversi background e hanno diverse identità, ma le loro scene sono girate nelle loro città natali!
La serie si sposta da Chicago a San Francisco a Londra a Berlino a Seoul a Reykjavìk a Città del Messico a Nairobi a Mumbai. Come può essere possibile una cosa del genere, vi domanderete voi, in soli dodici episodi? Vi rispondo che è possibile sì, quando i protagonisti non si sono MAI incontrati tra loro... non dal vivo, comunque.
Sense8, diretto dalle ormai SORELLE Wachowski - le conoscerete sicuramente per Matrix e Cloud Atlas, che ho rispettivamente odiato e amato - è infatti una serie tv fantascientifica che parla di un certo tipo di esseri umani - definiti "sensate", che si legge appunto "senseeight" - che hanno la capacità di comunicare tra loro perché sono collegati da un legame invisibile fin dalla nascita. Questo è il caso di Will, Riley, Lito, Kala, Sun, Wolfgang, Nomi e Capheus, sensate facenti parte dello stesso gruppo - tutti nati nello stesso istante in parti diverse del mondo. Intorno a questo ci si srotolano davanti le loro vite infarcite di problemi e cazzi vari, ma oltre i pericoli che già sono abituati ad affrontare nei loro mondi saranno obbligati a combattere tutti insieme contro un nemico molto più terrificante e mostruoso di qualsiasi altro. Vi giuro che mette i brividi. 

Fin da subito la serie mi è piaciuta perché i personaggi sono tutti fantastici e interessanti - a parte Riley che, secondo me, nel mucchio sparisce un po', rivelandosi a tratti piatta e lagnosa, anche se comprensibilmente.
I miei preferiti devono essere per forza Wolfgang - il tedesco - e Kala - l'indiana - ma anche tutti gli altri sono spettacolari. Ve li presento un po' sommariamente, giusto per non rovinarvi troppo.
 

Will è un poliziotto di Chicago dall'aria acqua e sapone, il ragazzo della porta accanto e tutte quelle robe lì. Nonostante la sua "normalità", diciamo, spicca subito per il suo buon cuore e la sua volontà di aiutare gli altri. 







Riley è una DJ islandese trasferitasi a Londra. Ama fare la speciale e crede di essere maledetta, e forse lo è davvero, chi può saperlo? Io lo so, ma a voi non ve lo dico. 








Lito è un attore messicano di film di serie B mooolto discutibili con uno stuolo di fan infinito. Le sue scene sono tra le più divertenti della serie, nonostante nasconda un segreto che lo dilania e rischia di rovinare la sua carriera... è gay. 






Kala è 'sta cosetta indiana adorabile e super religiosissima - dev'essere la prima volta che adoro un personaggio tanto religioso, seriamente. Come ogni indiana rappresentata nei media che si rispetti, la attende una sottospecie di matrimonio combinato... e non è troppo sicura di portarlo a termine. 



Sun è una ragazza coreana mingherlina ma che tira pugni dalla mattina alla sera, pure sotto la doccia. E c'ha il padre e il fratello che sono due teste di cazzo. 









Wolfgang è uno scassinatore tedesco che è un figo della madonna - ma mica per l'aspetto fisico, anche se pure lì CIAO, proprio per tutto, per ciò che fa, per ciò che è, perché è un piccolo mostro. E c'ha i problemi con lo zio che è tipo un mafioso. E sta sempre nudo. 





 
Nomi è la donna transgender meglio rappresentata nella storia di cinema, serie tv, letteratura e chi ne ha più ne metta - complice probabilmente il fatto che le scrittrici sappiano di cosa parlano. Le si vuole bene all'istante, e la sua ragazza è nientepopodimeno che quella figona di Martha Jones di Doctor Who, però coi dread. GUARDATE QUANTO SONO BELLE.




Capheus è un tenerino che ama Van Damme e sua madre, e farebbe di tutto per trovare le medicine di cui la sua genitrice ha disperatamente bisogno, anche mettere a repentaglio la propria vita.








Ragazzi, questa serie merita davvero. Non solo per le diversità e la multiculturalità, ma perché vi terrà sulle spine, ve lo giuro. Vi renderà tristissimi e vi renderà felici, vi farà genuinamente preoccupare per queste meraviglie che sono i protagonisti, rendendovi davvero investiti nelle loro vite come non lo siete nemmeno nelle vostre. Se avete visto la serie e vi è piaciuta fatemelo sapere, se l'avete odiata fatemelo sapere ugualmente così vengo a cercarvi e ammazzarvi uno per uno - scherzo?
In ogni caso, voglio le vostre opinioni! E se non l'avete ancora guardata spero di avervi messo almeno un po' di voglia! 



Firmato: la vostra speranzosa HateQueen di quartiere.

08/08/16

CERCASI BETA-READERS (a.k.a. per favore, aiutatemi)

Buonasera, miei piccoli e oscuri amici del Maligno.
Quest'oggi non ho molto da dirvi, se non che ho bisogno del vostro aiuto. Non del tipo che adesso mi metto ad alzare le mani al cielo per creare una sfera Genkidama - anche se il concetto è più o meno questo. Il fatto è che ho bisogno di voi. Ho bisogno di beta-readers.



Per chi non sia familiare con il termine, eccovi una spiegazione:
"Anima pia che ha la pazienza di leggere una storia in versione beta - non ancora "perfezionata" - e offrire i suoi pareri a riguardo per dare una mano a migliorarla".
Insomma, siete tutti avidi lettori, o sbaglio? Leggere dovrebbe piacervi, e criticare ancora di più - altrimenti non sareste blogger e non scrivereste le vostre recensionine carine carine.
Quindi eccomi qui al vostro cospetto a implorare un po' del vostro spirito critico da mettere in un barattolino sulla mia mensola, o in un cassetto. Ho da poco finito di scrivere il mio primissimo progetto fantasy, che ha un disperato bisogno di essere migliorato. Inoltre ho anche una trilogia YA che fa ancora più schifo e che conto, in futuro, di autopubblicare, quindi se volete proporvi per quella siete molto carini - anche se per la trilogia YA qualche critico già l'ho trovato, mentre per il fantasy solo uno.
Insomma... avete voglia di umiliarmi come mai nessuno ha mai fatto? Se sì, lasciatemi un commento e vedremo di accordarci in qualche modo. Se no... lasciatemi un commento e vedrò di insultarvi pesantemente perché siete cattivi e non mi volete abbastanza bene - o abbastanza male, a voi la scelta.
Buh-bye!

Firmato: la vostra disperata HateQueen di quartiere. 

P.S. A breve scriverò un post su "Stranger Things" e "Sense8", più un altro su ciò che penso dei classici della letteratura. Quale sareste più interessati a leggere? Quale pubblico per primo?